L’attività didattica viene articolata in 5 fasi: 1.introduzione all’argomento. - identifichino contando il numero del giorno - riproducano graficamente “iltempo” Tempi e fasi del lavoro: Nel circle time, dalle 9.30 alle 10.00, di una mattina di maggio Risorse a disposizione: salone, cartellone della filastrocca, griglia del calendario, penna-relli. ) Ti si chiede di svolgere analisi e ricerche, consultando testi e immagini. Esse, però, sono un oggetto in grado di creare problemi sia per quanto riguarda la loro proposizione ma, ancor di più, per quanto attiene alla loro valutazione. Descrivi lo scenario del tuo compito a se non ci riesco, di cosa ho bisogno? COMPITO DI REALTA’: L’ORTO A SCUOLA SCUOLA DELL’INFANZIA DI RIVAROSSA A.S. 2016/17 . Si è scelto di impostare il compito di realtà (in svolgimento nell’anno scolastico 20016/2017) sul tema dell’energia, sia per i suoi risvolti fortemente interdisciplinari sia per le innumerevoli connessioni con problematiche di attualità, in particolare con l’ecologia e la sostenibilità ambientale. facendo corrispondere simboli convenzionali ad azioni, persone, tempi. La competenza è possibile valutarla solo in situazione, perché è la capacità di assumere decisioni e di saper agire e reagire in modo pertinente e valido in situazioni contestualizzate e specifiche.Secondo le Linee guida, la competenza si può «accertare facendo ricorso a compiti di realtà (prove autentiche, prove esperte, ecc. Saper insegnare agli studenti 6 fasi di risoluzione creativa e cooperativa di un compito di realtà. Il format del piano di lavoro Il diagramma di Gantt Il format di riferimento La consegna agli studenti: ... Fasi di applicazione (attività) Tempi Metodologie Risorse umane Interne / esterne ... (compito) Contesto di realtà ipotizzabile (aggancio ciò che sto imparando a La validità di un compito autentico passa anche, se non principalmente, dalla contestualizzazione e dalla condivisione sociale delle informazioni e dei comp0iti necessari per la sua risoluzione. Lo studente è riuscito a svolgere in autonomia le parti più semplici del compito di realtà, mostrando di possedere conoscenze ed abilità essenziali e di saper applicare regole e procedure fondamentali COMPITO DI REALTÀ • Attori di profilo. COMPITO DI REALTÀ TITOLO : “UN NATALE SPETTACOLARE” DATI IDENTIFICATIVI ... FASI 1. scuola primaria di Cocquio T. La pizza è un prodotto gastronomico salato che consiste in un impasto a base di farina, acqua e lievito che viene spianato e condito con pomodoro, mozzarella e altri ingredienti e cotto in un forno a legna. Il compito di realtà è strettamente connesso con le competenze di cittadinanza e le competenze disciplinari articolate in obiettivi di apprendimento. ), osservazioni sistematiche e autobiografie cognitive». 8) • Gruppo 2 – Rapporti civili ed etico-sociali, artt. Sequenza di lavoro, tempi e setting delle attività sviluppate per il compito di realtà Tempi (variano a seconda del gruppo) 1) Attività di preparazione 2 1) Presentazione agli alunni del compito richiesto. 2. Ogni compito è strutturato in modo da consentire un' efficace valutazione delle competenze raggiunte , anche in vista della certificazione a conclusione del primo ciclo. COMPITO DI REALTÀ FASI DI LAVORO . <> Proudly powered by WordPress | Il compito di realtà . Sequenza di lavoro, tempi e setting delle attività sviluppate per il compito di realtà Tempi (variano a seconda del gruppo) 1) Attività di preparazione 2 1) Presentazione agli alunni del compito richiesto. Compito di Realtà «Prepariamo la macedonia» A.s. 2017-18 Classi 2° A/B Plesso Sapri Ins. In genere, il Compito autentico descrive uno scenario o una situazione che richiede agli studenti conoscenze e abilità per dimostrare la loro comprensione profonda in una situazione di vita reale. Il compito di realtà è una strategia didattica che afferisce al campo elle attività laboratoriali. Piccini, Del Rosso A.sc.2017/2018 COMPETENZE CHIAVE EUROPEE DI RIFERIMENTO • Comunicazione nella madre lingua • Competenze scientifica artistica e tecnologica • Imparare ad imparare • Spirito di … FASI DEL COMPITO DI REALTA’ 1. •Costruire ambienti didattici più attivi e partecipati. Assegnazione o selta dell’argomento da presentare. compito di realtà Quadri di un’esposizione Competenze • Imparare a imparare • Progettare • Comunicare • Collaborare e partecipare • Agire in modo autonomo e responsabile • Risolvere problemi • Individuare collegamenti e relazioni • Acquisire e interpretare l’informazione DISCIPLINE COINVOLTE Pedagogia, Filosofia, Antropologia, Storia, Storia dell’arte, Informatica. COMPITO di REALTÀ - Osservare l’ape. Il compito di realtà, infine, non deve prevedere una soluzione univoca ma, al contrario, deve permettere di seguire e percorrere strategie risolutive diversificate. La scansione delle fasi aiuta il docente a strutturare l'attività in base alle… La loro applicazione viene permessa e facilitata dall’adozione di griglie e da strumenti di auto-valutazione. Mini compito di realtà in cui il bambino viene "messo in situazione" ed è spinto a progettare, ideare, pensare, creare! FASI DI LAVORO 1. Devono essere direttamente coinvolti nell’esecuzione di tutte le fasi del compito complesso. COMPITO DI REALTÀ Attori di profiloI Libri dei morti rappresentano il viaggio dei defunti nell’oltretomba, corredato da formule magiche e preghiere. Vanni banditi i classici esercizi, in special modo quelli di grammatica e di matematica, così come quelli di qualsiasi altra disciplina, ripetitivi ed assegnati in batteria la cui risoluzione è bassata esclusivamente con la pedissequa e spersonalizzata applicazione di una regola o di una formula. I curatori del blog saranno lieti di accogliere e pubblicare, indicando chiaramente gli autori, eventuali materiali che i nostri lettori vorranno inviarci per cercare di dare vita ad una piccola comunità professionale di mutuo aiuto. IL GRANO. endobj Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. ... per il compito richiesto Organizza le fasi del lavoro e il materiale assegnato in base alle indicazioni dei compagni o dell'insegnante. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati, Le competenze relazionali e la gestione dei gruppi. di apprendimento in forma di "storia". Cosa si chiede di fare: Il Compito ti chiede di organizzare una visita guidata ad Altamura. In fase di programmazione, i docenti individueranno abilità, capacità e conoscenze che verranno attivate e per quali competenze, poi predisporranno i materiali (preparatori, di lavoro e per la valutazione). COMPITO DI REALTÀ:“UN MESSAGGIO DI PACE” A.S. 2017-2018 Plesso: scuola primaria Torretta Classe : 4A/4B Docenti Le insegnanti delle classi quarte del plesso di Torretta Discipline coinvolte Italiano Inglese Musica Matematica Geografia Arte e Immagine Tecnologia FINALITÀ Verificare la capacità di interagire in gruppo, di comunicare e VADEMECUM PER ELABORARE IL FORMAT DEL COMPITO DI REALTÀ 1) TITOLO 2) CONSEGNA DEL COMPITO deve esprimere la progettualità, deve essere formulato sotto forma di domanda- stimolo, deve avere uno scopo, un destinatario ed un contesto; è complesso ed inedito. Presentazione del compito e delle modalità di svolgimento: attività individuali e di gruppo; formazione di gruppi eterogenei e definizione dei ruoli; confronto di idee; verbalizzazione delle varie fasi. Stefano Rossi è psicopedagogista e formatore. Un compito autentico non solo deve nascere da un’idea progettuale, e non potrebbe essere altrimenti, ma deve esso stesso implicare un progetto da concretizzare per affrontare e risolvere il problema complesso che si propone. I due momenti, dell’acquisizione e della valutazione, quindi, tendono a sovrapporsi e ad integrarsi, inquinandosi vicendevolmente. Ricerca sul dizionario dei termini nuovi relativi alla lettura e rielaborazione orale della stessa. Nello svolgimento del compito e dell’UDA c’è una valutazione di processo: come agiscono gli allievi durante il lavoro: puntualità, impegno, creatività, collaboratività, capacità di risolvere problemi, ecc. Tema: Balanced Blog. Fasi del progetto Visione con la LIM della prima parte di “The Rite of Spring” di Walt Disney tratto dal film Compito di realtà. Le competenze trasversali. REPERTORIO DI COMPITI DI REALTA [PER CAMPI DI ESPERIENZA CAMPO DI ESPERIENZA: TUTTI SEZIONE TIPOLOGIA DI COMPITO Recitare rime e filastrocche per memorizzare elenchi (tipo i giorni della settimana) Costruire cartelli per illustrare le routine, i turni, ecc. Abbiamo già concordato sul fatto che un compito di realtà è un problema complesso e tale caratteristica prende piede già dal momento della sua ideazione. RASETTI” CASTIGLIONE DEL LAGO . 1.Operare sulla base della precedente una nuova selezione/ identificazione di abilità e conoscenze in relazione al compito scelto. Il problema proposto deve trovare un riscontro nell’esperienza dei ragazzi. L’esecuzione del compito deve consentire di ... Fasi di lavoro: 1) La maestra spiega ai bambini cosa dovranno esporre nel racconto dell’esperienza. Ri ostruire ver almente le fasi di un’esperienza vissuta a scuola o in altri contesti con la guida di immagini, schemi, ... realtà percepita. Il costrutto compito di realtà viene utilizzato solo in Italia. Ciascun gruppo si occuperà di una diversa sezione della Carta costitu-zionale: • Gruppo 1 – Principi fondamentali, artt. L’importante è che non sia astratto e lontano dagli interessi dei ragazzi. COMPITO DI REALTA’ - CLASSI TERZE DENOMINAZIONE “VIAGGIO NEL TEMPO” COMPITO/PRODOTTO Compito di realtà: Ideazione e realizzazioni di cartelloni raffiguranti l’evoluzione dell’uomo. Creazione di manufatti con materiale vario e realizzazione di un piccolo museo in classe. IL CICLO DI APPRENDIMENTO ESPERIENZIALE 1. x��=]�Ǒ����d����C�,)��v��q���, ﮹\=���O�߸�몞��E�������*�d}tuu}��_�Շ7��.گ�]��,.VwW����W�o޾Y|��勯�,B.>���X��balc��ٶQ���5��[����Ż�m��|�/�>�Y,v��c�e۴z�]c�©��1�����~x���^|��b���\Ӊ�-���qjw�" a�X|������>��j:��1��!8Jt�������s�3@�:L���7X�F���!��m}c3_~4�����:�e����������.,��{x��t�:�`$[.D�G�lm�M��i|�߻����J]����nw������~؂��Uֹ�o_\���-J�뷌�d���F� La valutazione della/e competenze acquisite nell’UdA va effettuata mettendo in “azione” l’allievo di fronte ad un compito di realtà, concreto A e B . Biografia del consulente. A) più compiti di realtà distribuiti nelle varie fasi e quindi più prodotti indipendenti, valutabili da ciascuna disciplina che si occupa della fase; B) un unico compito di realtà, che preveda la realizzazione, lungo le fasi, di prodotti intermedi, cioè di articolazioni del prodotto finale. 8. CIRCOLARE N._____ DEL_____ AI DOCENTI AL SITO WEB Oggetto: Compito di realtà - UDA “ Intorno all’a qua” Come stabilito nelle riunioni dipartimentali di settembre 2017, ogni consiglio di classe ha individuato, per ogni indirizzo, il tema da affrontare nella programmazione dell’UDA d’Istituto nonhé le ailità e le Il compito di realtà deve proporre un problema complesso la cui soluzione non po’ e non deve essere legata ad una mera elencazione mnemonica. Primaria del Plesso Faggiano Compito di realtà ... Ri ostruire ver almente le fasi di un’esperienza vissuta a scuola o in altri contesti con la guida di immagini, schemi, domande. Questo compito di realtà vuole valutare le competenze storiche attraverso un collegamento tra il passato e il presente.. L’argomento è la scuola.Due alunni vissuti nell’antica Roma, Julia Lavinia Historica e Marcus Fabricius Scolarum, con il loro maestro Sotuttus, hanno il compito di accogliere un gruppo di bambini più piccoli che frequenteranno quella stessa scuola. Deve avere risvolti pratici ed operativi che esaltino la riflessività dell’agire dei ragazzi. Presentazione alla classe. COMUNICAZIONE 3. Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Rappresentazione visiva della competenza Recuperare Risorse cognitive La sfida è: acquistare il necessario per organizzare una merenda in compagnia di amici, senza superare il budget assegnato. 2 0 obj <> Fasi (breve descrizione delle fasi di lavoro individuando i tempi e gli spazi – scolastici/extrascolastici) Primo incontro : due ore - formazione di gruppi eterogenei di tre / quattro alunni a sorteggio ( pescaggio) - presentazione del compito di realtà: incipit - distribuzione del materiale di lavoro : proposta di … Ideazione e realizzazione del decalogo. L’argomento è … Ti si proporrà di invitare dei tuoi compagni stranieri nell’ambito di uno scambio culturale. Presentazione breve della biografia dei santi scelti e lettura in classe di brani significativi dalle fonti agiografiche. 1-12 Cost. Dato un alimento, produrre una relazione che motivi la validità o meno di tale prodotto da un punto di vista nutrizionale e che ne giustifichi pertanto l’introduzione o meno all’interno dei distributori delle scuole. I campi obbligatori sono contrassegnati *. Curare la comunicazione: presentare l’attività, i collegamenti e le ricadute didattiche che si vogliono perseguire, scegliere e spiega… Un compito autentico, secondo la definizione di Glatthorn del 1999, è un problema complesso ed aperto, posto agli studenti per dimostrare la loro padronanza di qualcosa. Questo compito di realtà vuole valutare le competenze storiche attraverso un collegamento tra il passato e il presente.. L’argomento è la scuola.Due alunni vissuti nell’antica Roma, Julia Lavinia Historica e Marcus Fabricius Scolarum, con il loro maestro Sotuttus, hanno il compito di accogliere un gruppo di bambini più piccoli che frequenteranno quella stessa scuola. 6. 5. usati (fogli, disegni, appunti...), eventualmente alcune fotografie delle fasi di lavoro e i file (word, video, audio...) e i siti su cui si è operato. 5. Il lavoro interdisciplinare e multidisciplinare ha raccolto tutte le fasi relative al percorso operativo, che ha coinvolto gli alunni dalla vendemmia all’imbottigliamento del vino. W la pizza fatta con le nostre mani: classi quarte . 3. Competenze culturali: Competenza nella … - Sperimenta strumenti e tecniche diverse per realizzare prodotti grafici, plastici, pittorici. Mentre l’acquisizione delle conoscenze è un’attività molto limitata nel tempo, praticamene puntiforme, per le competenze si deve forzatamente parlare di processo. Come si procede 1.Individuare un nucleo centrale del sapere ovvero una tematica. Successivamente i docenti dovranno: 1. Il compito di realtà La complessità del compito e la sua apertura a più soluzioni stimolano lo studente a esercitare autonomia e responsabilità, conferendogli un ruolo attivo nella costruzione del suo sapere. Esso, al contrario, deve richiedere la padronanza di un certo numero di conoscenze, abilità e competenze da applicare con innovazione e fantasia. • Oppure fate conoscere STORIE che potrebbero essere degne di una PIETRA. 4. Ricavare da fonti di diverso tipo le teorie sull’origine della Terra. Al termine del percorso, il vostro lavoro sarà VALUTATO: • da VOI STESSI • dai vostri INSEGNANTI Socializzazione dell’esperienza didattica ai UTENTI Gruppo classe e piccoli gruppi di alunni delle classi terze. Se il ragazzo non trova nel compito proposto un qualche significato, la sua motivazione sarà minima ed il tutto si risolverà, ,non nel risolvere un compito autentico, ma nella soluzione di un compito tradizionale, per cui non ci sarà nessuna riflessività e nessuna acquisizione di competenze. Ascoltare testi poetici memorizzare ed interpretare nel contesto recitativo Oggetto: Compito di realtà - UDA “ Intorno all’a qua” Come stabilito nelle riunioni dipartimentali di settembre 2017, ogni consiglio di classe ha individuato, per ogni indirizzo, il tema da affrontare nella programmazione dell’UDA d’Istituto nonhé le ailità e le ompetenze he gli alunni avreero dovuto raggiungere al termine dell’unità d’apprend imento. 2. •Valorizzare il lavoro cooperativo. Il compito autentico deve essere in grado di attivare vari aspetti della persona, quindi non solo la dimensione intellettuale, ma anche quella estetica, operativa, sociale, affettiva, …. ESPERIENZA 2. Saper comporre in pochi minuti UdA mono e pluridisciplinari con i format cooperativi. Gangi Maria Angela ... • FASE 6 - L'insegnante legge la consegna operativa, illustrando e analizzando le varie fasi del lavoro da svolgere per preparare la macedonia e si accerta che tutti le abbiano comprese. Autovalutazione individuale. Gli alunni devono essere i soggetti protagonisti delle attività proposte. Per chi volesse approfondire l’argomento consiglio il volume del professore Andrea Porcarelli Progettare per competenze. - Acquisire informazioni sulle api: - struttura morfologica, caratteristiche, comportamenti, ambiente di vita, società e prodotti. 2 PREMESSA - La Commissione ^Rurihe valutative e Compiti di realtà _ ha realizzato il presente repertorio di compiti autentici per i tre ordini di scuola: infanzia, primaria e secondaria di primo grado, al quale poter fare riferimento a partire dallanno solastio 2017/2018. GENERALIZZAZIONE 5. 6. Lo studente: •seleziona; •sceglie; •decide; •risponde delle sue decisioni e delle conseguenze che ne derivano. Un compito autentico, secondo la definizione di Glatthorn del 1999, è un problema complesso ed aperto, posto agli studenti per dimostrare la loro padronanza di qualcosa. Progettazione e realizzazione del prodotto-cartellone. Usa il pensiero logico- Dirige il Centro Didattica Cooperativa ed è curatore scientifico per Pearson Italia. COMPITO DI REALTÀ:“UN MESSAGGIO DI PACE ... FASI DI LAVORO: Cosa fa il docente? La scuola dei nostri tempi è la scuola delle competenze. 3 0 obj Strutturare un setting di apprendimento laboratoriale, cooperativo e costruttivo, con un uso flessibile degli spazi e del tempo; 2. ANNO SCOLASTICO 2018/2019 COMPITO DI REALTA’ - CLASSI PRIME DENOMINAZIONE “CON I SENSI SCOPRO” COMPITO/PRODOTTO Compito di realtà: Realizzazione di un lapbook UTENTI Gruppo classe e piccoli gruppi di alunni (tre/quattro) del primo anno di scuola primaria. %PDF-1.5 Fase II. 13-34 Cost. In altri termini, la sua risoluzione non deve prevedere una metodologia esclusivamente esecutiva. Organizzazione dei ruoli per la presentazione 7. Il compito di realtà, perfetta "resa" del CLIL, altro non è che un modo per mettere i bambini davanti alla consapevolezza: riesco o no a fare questa cosa pratica (non è la mera applicazione di una regola studiata, ma una cosa originale, motivante, sfidante...il bambino attiva le sue risorse più volentieri)? Il tema trattato coinvolge conoscenze e abilità sviluppate nel corso dell'anno scolastico, per questo motivo può essere proposto a fine anno, anche come modalità di sintesi del lavoro svolto in classe. Fasi di lavoro 1. REPERTORIO COMPITI DI REALTA’ SCUOLA DELL’INFANZIA a.s. 2019/20 Coordinatrice Scuola dell’infanzia Serena Bronzi MINISTERO DELL’ISTRUZIONE DELL’UNIVERSITA’ E DELLA RICERCA DIREZIONE DIDATTICA STATALE “F. Prodotti Presentazione Power Point, compito di realtà, video, esposizione al gruppo classe. Capacità di interazione nel gruppo. Reperimento on-line e non delle informazioni, delle notizie relative alla iconografia sacra. Alla fine delle attività richiede, infine, una seduta di riflessione su quanto fatto. quella del compito di apprendimento, in quanto non si limita alla sola trasmissione di conoscenze e di informazioni, ma , attraverso l’utilizzo di una didattica laboratoriale tende allo sviluppo di competenze utili per la vita. ... Messa in scena delle fasi del viaggio del defunto egizio e della pesatura del cuore.FASI DI LAVORAZIONE1. Il compito autentico non deve essere un corpo estraneo rispetto al percorso educativo e didattico. IL PANE. Compito di realtà: prepara una torta documentando tutte le fasi di svolgimento, dagli acquisti, condotti , in autonomia, al supermercato fino alla preparazione vera e propria del dolce. - Raggruppare e seriare secondo un criterio. 2 MEZZI PER SVILUPPARE E VERIFICARE COMPETENZE I SAPERI E I LINGUAGGI DI UNA DISCIPLINA ... 5- non deve ridursi alla sola verifica e valutazione del prodotto, ma del processo che ha portato l’allievo a realizzarlo . A) più compiti di realtà distribuiti nelle varie fasi e quindi più prodotti indipendenti, valutabili da ciascuna disciplina che si occupa della fase; B) un unico compito di realtà, che preveda la realizzazione, lungo le fasi, di prodotti intermedi, cioè di articolazioni del prodotto finale. CultHera è un blog che si propone come aiuto per studenti e colleghi nello spirito che caratterizza la peer Education. 5.Raccolta delle varie proposte degli alunni sulle modalità di realizzazione di un libro cartonato relativo al tema del risparmio. Deve richiedere azioni precise da esperire con metodologia laboratoriale. Basi pedagogiche e strumenti operativi, Diogene multimedia, Bologna, 2016. •Rendere responsabili gli allievi del proprio apprendimento. Infatti, ogni compito di realtà, prima di essere ideato, stilato, progettato e programmato deve rispondere ad alcune domande: Da quanto appena detto spero risulti con chiarezza l’importanza e la complessità di un compito autentico. <>>> Competenze mirate Comuni/cittadinanza professionali Padroneggiare l'uso di strumenti tecnologici con particolare attenzione alla sicurezza e alla tutela della salute nei luoghi di vita e di lavoro, alla tutela della persona, dell'ambiente e del territorio. COMPITO DI REALTA’ ANALISI DELLE MERENDINE, CONSEGNA AGLI ALUNNI DELLA CLASSE . COMPITO DI REALTÀ “PLASTIC FREE CHALLENGE” Denominazione del compito:” Plastic free challenge” Prodotti: sfida per gli alunni della scuola e proposta di gestione dei distributori di bibite da sottoporre al dirigente scolastico Descrizione del compito e dei prodotti Il compito di realtà pensato e realizzato per gli alunni della seconda F della scuola secondaria di primo grado COMPITO di REALTÀ Prerequisiti Conoscenza del concetto di tempo e sua misurazione; Conoscenza del concetto di storia come sequenza di eventi e cambiamenti. poubelleagréee” (La pattumiera gradita) di Italo Calvino. 7 Compito di realtà Individuare le regole fondamentali di convivenza civile per la realizzazione di un decalogo illustrato. Sequenza di lavoro, tempi e setting delle attività sviluppate per il compito di realtà Tempi (variano a seconda del gruppo) 1) Attività di preparazione di festività: Scopri come i tuoi dati vengono elaborati. PROGETTAZIONE DEL COMPITO DI REALTA’ TITOLO: Un martedì da leoni DESCRIZIONE COMPITO O PERFORMANCE PRODOTTA Realizzazione di un minibook a fisarmonica che verrà presentato e donato ai bambini delle future classi prime in occasione delle attività organizzate dal plesso nel periodo di accoglienza per dare loro il benvenuto (settembre). Formazione dei gruppi di lavoro. Il problema diventa ora quello di identificare quali delle attività ideate possano essere definite compito di realtà. Per identificare un compito di realtà bisogna rispondere ad una serie domande: E’ possibile scaricare una SCHEDA DI PROGETTAZIONE A MAGLIE LARGHE, elaborata dal professore Andrea Porcarelli, che permette di mettere a fuoco l’idea progettuale di un compito autentico. ANALISI 4. endobj stream 4^ disciplina Religione -Ri onos e i segni ristiani del Natale, nell’amiente, nelle celebrazioni, nella pietà e nella tradizione popolare. DESTINATARIO E SCOPO Vanno sempre indicati il destinatario e lo scopo del prodotto finale da elaborare, in quanto essi rappresentano un ineludibile principio di realtà. Compito di Realtà. Reperimento on-line e non delle informazioni logistiche utili alla visita alla Pinacoteca e alla Basilica. Nella fase 3 relativa alla pianificazione delle diverse fasi di applicazione dell’UdA è fondamentale tenere strettamente collegati tra loro: i compiti di realtà con la metodologia didattica basata su un processo di apprendimento incentrato su metodologie riferite alla didattica attiva, (induttiva, problem posing, probelm solving, cooperative learning ecc. )